BOLLETTINO RISCHIO INCENDI BOSCHIVI

Regione Toscana Bollettino quotidianamente aggiornato sul rischio di innesco e propagazione degli incendi di bosco valido sul territorio della provincia di Massa Carrara.
Servizio realizzato dall'associazione MeteoApuane in collaborazione con l’Organizzazione Antincendi Boschivi della Regione Toscana su base dati del Consorzio LaMMA - CNR.
Regione Toscana Antincendi Boschivi

    Settore COSTA
comuni di Massa, Carrara e Montignoso
  Settore LUNIGIANA
restanti comuni della provincia
INDICE DI RISCHIO   *   *
INDICE DI RISCHIO   *   *
INDICE DI RISCHIO   *   *

*
DIVIETO ASSOLUTO DI ABBRUCIAMENTI
*


GRADI DI RISCHIO
     BASSO Le probabilità che si inneschi un incendio sono basse, sono le condizioni migliori per svolgere attività lavorative che prevedano l’utilizzo di fiamma libera al di fuori del periodo a rischio.
     MODERATO Con queste condizioni l’accensione di fiamme libere è ancora possibile al di fuori del periodo a rischio ma adottando le dovute attenzioni, in quanto le condizioni ambientali sono al limite.
     ALTO Con queste condizioni di rischio le probabilità che si inneschi un incendio pericoloso e difficilmente controllabile sono alte. Divieto di accensione.
     MOLTO ALTO Con queste condizioni di rischio qualsiasi attività con fiamma libera è assolutamente vietata.

NORME DI PREVENZIONE PER
ABBRUCIAMENTI ED ACCENSIONE FUOCHI


QUANDO E’ VIETATO ACCENDERE UN FUOCO:

  1. nei periodi a rischio (1° luglio – 31 agosto e altri quando dichiarati dall’Autorità competente);
  2. in presenza di vento;
  3. nei periodi di grande siccità;
  4. nelle ore più calde della giornata.

QUANDO SI PUÒ ACCENDERE UN FUOCO:


Si consiglia di accendere il fuoco, se consentito dalle norme di legge, in giornate con Indice di Rischio non superiore a MODERATO (giallo).

E’ consentito accendere fuochi al di fuori del bosco rispettando le seguenti prescrizioni:
  1. prima dell’inizio delle operazioni avvisare i Vigili del Fuoco (115);
  2. utilizzare spazi vuoti, puliti e lontani da vegetazione o altro materiale infiammabile;
  3. iniziare le operazioni prima possibile la mattina e terminarle non oltre le 10:00;
  4. concentrare il materiale  in piccoli cumuli, evitando gli abbruciamenti diffusi (stoppie e vegetazione radicata o sparsa sul suolo). I cumuli devono avere dimensione tale da determinare fiamme di modesta altezza e comunque sempre immediatamente estinguibili con gli attrezzi disponibili (al massimo 3 mc per ettero) ;
  5. le operazioni devono essere eseguite da un sufficiente numero di persone dotate dell’attrezzatura necessaria per attuare un primo intervento di estinzione in caso di necessità;
  6. operare in giornate con assenza di vento.
Si può abbandonare la zona solo ad avvenuto spegnimento delle fiamme e braci presenti avendo cura di bagnare abbondantemente.

Tutte le informazioni relative alle attività descritte possono essere richieste a:

  1. Servizio Foreste della Provincia 0585/816560-2 per i comuni di costa.
  2. Servizio Forestazione dell’UCML 0585/942044 per la Lunigiana.
IN CASO DI AVVISTAMENTO DI
UN INCENDIO BOSCHIVO CHIAMA:
115
Vigili del Fuoco
800 425 425
SOUP – Sala Operativa Unificata Permanente (Firenze)
800 18 09 18
COP – Centro Operativo Provinciale (Massa)
nel periodo 1luglio – 31 agosto
1515
Corpo Forestale dello Stato
E COMUNICA:
  1. il tuo nome e cognome e un recapito telefonico in modo da poter essere richiamato in caso di bisogno;
  2. la località in cui ti trovi;
  3. la località in cui osservi il fumo o le fiamme.

SERVIZIO SVOLTO IN COLLABORAZIONE CON
Regione Toscana
Provincia di Massa Carrara
Unione di Comuni Montana Lunigiana

E CON LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO A.I.B.
ADERENTI AL COORD. VOLONTARIATO TOSCANO
- VAB Bardine, Carrara, Giucano e Villafranca Lunigiana
- Prociv Arci Montignoso
- Alfa Victor Filattiera
- Misericordia Mulazzo

 

Associazione MeteoApuane – Sito web: www.meteoapuane.it